Caso di studio

Si-30 Detect+ Case study - Atelier de Valérie (Cioccolateria)

06/03/2017

Situato a Batz-sur-Mer, nella Francia Occidentale, L’Atelier de Valérie produce e vende cioccolatini artigianali e pasticcini. Dal 2012, Valérie Cottet-Emard, la proprietaria, e il suo team lavorano con passione per garantire il successo di questa cioccolateria. Valérie si occupa dell’intera attività, dalla produzione alla conservazione o all’allestimento dei prodotti nel negozio. Originaria della regione, ha alle spalle diversi anni di esperienza nel settore. 

La produzione di cioccolatini e pasticcini di ottima qualità richiede un lungo lavoro e un’attenzione particolare ai dettagli, comprese le condizioni ambientali. Ad esempio, la temperatura del locale deve rimanere costante. Per tale ragione, nel laboratorio e nel negozio sono stati installati quattro climatizzatori a parete. Date le condizioni climatiche nella Francia Occidentale, i climatizzatori funzionano ininterrottamente 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per tutto l’anno.
Dal momento che i climatizzatori sono sempre in funzione, l’evacuazione della condensa deve essere continua. L’evacuazione per gravità qui non funzionerebbe. Ecco perché, per evacuare la condensa, in un primo momento sono state installate delle mini-pompe di scarico condensa Si-30 con blocco di rilevazione Si-2958.

La sfida
Nella maggior parte dei casi, una mini-pompa di scarico condensa Si-30 sarebbe stata sufficiente per evacuare la condensa. Ma non qui. Perché? Perché la preparazione di cioccolatini e pasticcini comporta l’utilizzo di materie prime che producono un’elevata quantità di particelle estremamente fini: cioccolato, zucchero in polvere, farina, ecc. Tali particelle entrano nell’impianto di climatizzazione e hanno un impatto negativo sulla condensa e sulla sua evacuazione. Subito dopo la condensa si forma una sostanza densa e collosa, nota con il nome di biofilm, che viene evacuata attraverso il tubo di condensa. Questa sostanza rende difficoltoso il corretto funzionamento del blocco di rilevazione e richiede frequenti operazioni di pulizia e manutenzione.
A causa di queste condizioni estreme, Valérie era costretta a richiedere l’intervento del proprio installatore ogni due mesi anziché annualmente, con costi conseguentemente elevati per lei e inutili perdite di tempo per l’installatore.

La soluzione
Inizialmente, il tecnico specializzato in climatizzazione puliva regolarmente gli impianti di Valérie all’incirca ogni due mesi. In seguito, però, lo stesso tecnico ha avuto l’idea di consultarsi con il produttore per tentare di trovare una soluzione a questo suo problema ricorrente. Ha quindi contattato il proprio distributore che, a sua volta, ha contattato Sauermann. In quel periodo, Sauermann stava proprio lavorando allo sviluppo di una pompa di scarico condensa con una rilevazione particolare.
Al termine della collaborazione tra l’installatore, Valérie e il responsabile commerciale Sauermann di questa regione, è stata sperimentata una soluzione al problema. Alla pompa è stata associata una rilevazione elettronica e per diversi mesi sono stati condotti test con questa nuova tecnologia che hanno portato alla nascita della Si-30 Detect+.

I vantaggi
"Una volta installate le Si-30 Detect+ Sauermann, non si sono più verificati episodi di bloccaggio del rilevatore" dichiara Valérie. "La manutenzione viene eseguita una volta all’anno, e non più ogni due mesi. Le spese di manutenzione sono quindi diminuite e posso dedicarmi serenamente alla produzione dei miei cioccolatini e allo sviluppo del mio laboratorio".

Tags 
Condensate Pump; Si-30 Detect+; AC Unit
Case study

Partecipa alla discussione

Add new comment

Non perdere il nostro prossimo blog